Stefano Tonietto, Olimpio da Vetrego

“Olimpio da Vetrego” di Stefano Tonietto: una straordinaria opera-mondo di irresistibile comicità.

Armi, donne, cavalli e capitani,
diavoli e papi, santi e peccatori,
stragi e massacri e corpi fatti a brani,
principi, duchi, conti e imperatori,
genti di Cristo e popoli pagani,
vizi, virtù, pietà, gioie, dolori,
morte per aria ed acqua e terra e fuoco
io canterò; scusatemi s’è poco.

 

Tre libri sulla saggezza del vivere

Alice Cappagli "Niente caffé per Spinoza" - Massimo Pomi "Stagioni. Haiku" - Chandra Livia Candiani "Il silenzio è cosa viva. L'arte della meditazione"

Adelaide Baldo, Per amore e desiderio. Lettera all’uomo che sarai

Un libro pensato come lettera al giovane uomo che il nipotino nascituro diventerà: il gesto d’amore di una nonna, ma anche una testimonianza di impegno etico e civile e un esercizio di pensiero su identità, corpi, generi, ruoli sociali e familiari.

"M. il figlio del secolo": un libro utile, anzi necessario, sulle origini del fascismo

Un libro che rievoca la conquista del potere del fascismo, tra il 1919 e l’inizio del 1925, mese dopo mese, con ricchezza di particolari che riguardano non solo Mussolini, ma anche i suoi collaboratori, i suoi avversari e in genere la vita del Paese in quel periodo.

 

Inattualità e grandezza di Laura Pariani

Anche in quest’ultimo romanzo, Il gioco di Santa Oca, ambientato nel Seicento lombardo, Laura Pariani si rivela una scrittrice inattuale. Qui sta la sua grandezza e qui anche la sua difficoltà, perché richiede un lettore attento, curioso e colto.

L’Occidente che ha perso il senso è una polveriera di rancore: "Serotonina" di Michel Houellebecq

Il protagonista di “Serotonina”, il nuovo romanzo di Houellebecq, vive il crollo del desiderio sessuale, ultimo baluardo della sua personalità ‘liquida’, fragile e immatura. Decide di vivere in isolamento nella grande città, cercando conforto in sigarette, alcolici, tv e cibi preconfezionati, pronto a sfogare la sua depressione in rabbia sovranista e populista.

Ludmila Ulitskaja: due romanzi geniali e una delicata raccolta di racconti femminili

I libri "Daniel Štein traduttore", "Il sogno di Jakov" e "In quel cortile di Mosca" di Ludmila Ulitskaya e il disco "russian music"

Paolo Mazzarello, L'elefante di Napoleone

Una rappresentazione degli elefanti come esseri senzienti, capaci di affezione, di memoria, di dolore e di volontà di fuga: esseri con cui noi oggi sappiamo di avere qualcosa in comune, come con tutte le altre creature del mondo.

 

Pietro Ichino, La casa nella pineta. Storia di una famiglia borghese nel Novecento

In questa opera autobiografica, Pietro Ichino stende una sorta di bilancio parziale della propria vita - ma anche, più in generale, propone uno sguardo intelligente sul secondo Novecento italiano (con cospicui riferimenti, tramite le storie familiari, al primo Novecento)

Un grande romanzo contemporaneo sulla Russia del Novecento

Il romanzo "Una storia russa" di Ludmila Ulitskaya e il saggio "Il senso di colpa del dottor Zivago" di Pierluigi Battista

Due saggi che fanno onore alla cultura italiana

"Le dieci parole latine che raccontano il nostro mondo" di Nicola Gardini e "Una variazione di Kafka" di Adriano Sofri
 

Due romanzi storici sulla condizione femminile

"Il peso dell'inchiostro" di Rachel Kadish e "Zuleika apre gli occhi" di Guzel' Jachina

 
Vai a pagina: 123

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?