L'Archivio storico racconta - Lo Stato civile napoleonico

In seguito al decreto 27 marzo 1806, n.27, viene istituito lo Stato Civile Napoleonico per tutte le regioni dell’Impero francese, rimasto in vigore fino al 1815. Anche l’Archivio storico conserva i registri dello Stato civile napoleonico, che iniziano già dall’anno 1798.

L'Archivio storico racconta – Il “Regime” a Pavia: la burocrazia e la propaganda

Tra i documenti conservati negli archivi la Memoria diventa Storia, testimonianza perenne di atti e avvenimenti che coinvolgono intere Comunità. Ed è così che tutti gli atti amministrativi conservati dall’Archivio storico comunale possono fornirci una finestra temporale per conoscere in prima persona gli avvenimenti e i protagonisti della storia pavese durante i vent’anni che hanno cambiato l’Italia.

L'Archivio storico racconta - Il legato Malaspina: lo Stabilimento di Belle Arti

L’architetto Davide Tolomelli ci accompagna alla riscoperta della storia del palazzo ancora oggi sede della Biblioteca Bonetta e Archivio storico civico, svelandoci le intenzioni, i pensieri le motivazioni che hanno spinto il Marchese a fare dono alla città di questo palazzo, concepito fin dalla sua origine come centro culturale per Pavia.

La cripta di Sant’Eusebio tra i luoghi del cuore Fai 2020

Nel X Censimento Fai “I luoghi del cuore” quest’anno partecipa, tra i “luoghi” pavesi, anche la cripta di Sant’Eusebio, in piazza Leonardo da Vinci, che è quanto resta della cattedrale ariana di Pavia, risalente alla fine del VI secolo, e che noi ora vediamo nelle forme assunte nell’XI secolo. La prof.ssa Alessandra Ferraresi ci illustra la necessità di ripensare ad un progetto di recupero globale, per il quale si è costituito il “Comitato per la cripta di Sant’Eusebio

 

Memoria d'inchiostro - Tra le pergamene del Conte: il testamento di Nicolina

Nel decimo episodio di "Memoria d'inchiostro", il prof. Ezio Barbieri prosegue il viaggio tra i documenti raccolti dal conte Antonio Cavagna San Giuliani alla scoperta di un testamento dove è descritto minuziosamente il patrimonio di Nicolina e la sua famiglia.

Memoria d'inchiostro - L’Archivio degli archivi. I fondi nobiliari: conferme e scoperte

Nel nono episodio di "Memoria d'inchiostro", il prof. Ezio Barbieri Il prof. Barbieri ci coinvolge in una vera e propria lezione sul campo, all'interno dei depositi dell'Archivio storico civico, alla scoperta di pergamene inedite del fondo Cavagna San Giuliani.

L'Archivio storico racconta - Archivi in bilico

Come si cancellano la Storia e le Storie

Memoria d'inchiostro - Le pergamene comunali. Tomas e Mignonus notai: un malaffare del XII secolo

Nell’ottavo episodio di "Memoria d'inchiostro", il prof. Ezio Barbieri, partendo dal nostro Archivio e precisamente dalle Pergamene comunali, arriva all’Archivio di Stato di Parma dove stanno redigendo un atto privato, una compravendita, due notai. Ma tutto assume i contorni di un giallo: perché due notai e non uno? Chi sono? L’atto è valido? La costante consultazione delle fonti in archivio può portare allo stravolgimento di certezze consolidate da anni e ad intraprendere nuove strade di ricerca.

 

CANVAS Conoscere Agire Narrare Valori: Archivistici Scenari - Home Edition 2020

Nelle giornate 28 e 29 maggio scorsi si è svolta in modalità totalmente online l'edizione 2020 del convegno "CANVAS Conoscere Agire Narrare Valori: Archivistici Scenari - Home Edition". Nei due giorni di confronti e dibattiti sugli archivi e i beni culturali, ha partecipato anche l'Archivio storico civico con la responsabile Mara Pozzi.

Memoria d'inchiostro - L’Archivio comunale parte antica: il Registro “delli giustiziati”

Nel settimo episodio di "Memoria d'inchiostro", oggi nuovamente accompagnati dal dott. Filippo Catanese, scopriremo il Registro “delli giustiziati”, scritto a più mani a partire dall’anno 1596, conservato oggi presso l’Archivio storico nel fondo Manoscritti, che ci racconta la storia della Confraternita di San Rocco e dei suoi disgraziati assistiti, i condannati a morte.

Memoria d'inchiostro - Le imbreviature notarili: gli strumenti del mestiere

Nel sesto episodio di "Memoria d'inchiostro", il prof.Ezio Barbieri - che ha dedicato molti studi ai notai e in particolare a quelli pavesi - ci guiderà alla scoperta di questo antico Collegio grazie ai documenti conservati all'Archivio storico civico del Comune di Pavia.

Memoria d'inchiostro - Le imbreviature notarili ovvero dei professionisti della documentazione

Nel quinto episodio di "Memoria d'inchiostro", oggi accompagnati dal dott. Filippo Catanese, esploreremo il fondo delle imbreviature notarili conservato all'Archivio storico civico del Comune di Pavia.

 
Vai a pagina: 1234

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?